Rete Educativa per la Promozione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

 

L’obiettivo principale dei servizi ai minori in difficoltà è quello di far sperimentare ai soggetti una relazione positiva. Tale principio viene declinato in precise scelte progettuali. Innanzitutto, è necessario offrire supporti differenziati ai minori incarico ed alle loro famiglie, talvolta fornendo strumenti atti a far superare il periodo critico a quei nuclei familiari che temporaneamente no sono in grado di occuparsi in modo adeguato dei propri figli.

Gli interventi sono sempre finalizzati a recuperare e valorizzare le risorse presenti in famiglia e a sollecitare e stimolare i minori affinché utilizzino il proprio tempo libero in modo più consapevole e creativo.

Il sostegno scolastico tende sia a colmare le lacune nell’apprendimento che a riallacciare rapporti significativi tra scuola e famiglia.

Il punto di forza di tale servizio è senza dubbio il rapporto che si instaura tra il minore ed il proprio educatore di riferimento. E’ certamente difficile generalizzare il ruolo dell’educatore, sia per la molteplicità delle problematiche da affrontare, sia per la necessità di affrontare progetti personalizzati; si può tuttavia dire che la sua attività deve essere tesa a cogliere le potenzialità nascoste della persona e ad indurre un cambiamento positivo utilizzando tutte le risorse del contesto ambientale ed istituzionale.


Obiettivi generali sono:

  • dedicare molta attenzione ed energie alla prevenzione “primaria”,
  • coinvolgere il più possibile i soggetti isolati e scarsamente fruitori dei servizi,
  • contrastare le situazioni di “rischio” e lotta alla “dispersione scolastica”,
  • sviluppare azioni di rete.

Additional information

Cookie

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni